• Chiara Bellocchi

Tre modalità e accortezze stilistiche per personalizzare l'Instagram del tuo brand.

Negli anni la piattaforma di Instagram ha acquisto sempre più utenti, diventando uno strumento fondamentale delle aziende per proporre una comunicazione diversa dalle altre con il pubblico.

Ecco alcuni particolari che riescono a fare la differenza per un account interessante e memorizzabile:


1. DEFINIRE LO STILE DELLE IMMAGINI

Per comunicare e trasmettere valore si possono fare diversi abbinamenti di forme e, soprattutto, colori. Quando un Brand viene ideato o riprogettato la sua identità viene pensata anche per il materiale “social” e pubblicitario dei prodotti o servizi. Mantenendo sempre un coordinato visivo aiuteremo l’utente a orientarsi nella ricerca, diventeremo memorizzabili e posizionati nella sua mente, suscitando curiosità e facendo percepire attenzione al modo di presentarsi.


2. PROGETTARE LA GRIGLIA

Griglia con collage

Le griglie possono essere impostate con molteplici stili, dai più prevedibili a quelli che rendono le fotografie consultabili secondo un percorso. Ad esempio:

- quadrati semplici

- scala cromatica

- uso delle diagonali

- alternanza (schacchiera)

- righe a tema

- bordatura


Ognuno di questi stil per caricare le immagini deve essere accompagnato dallo stesso filtro.


Con il migliorare dei dispositivi fotografici gli utenti collezionano e pubblicano tantissime foto con qualità alta e attenzione per i dettagli: la stessa cosa si aspettano dai brand che vogliono seguire e nel quale si rispecchiano.


Griglia con bordatura

Griglia e scacchiera

Griglia a strisce

Griglia con cambiamento cromatico



3. ORGANIZZA E PROGETTA LE PUBBLICAZIONI

Per ottenere engagement (coinvolgimento) degli utenti è consigliato effettuare da una a due pubblicazioni al giorno, in modo che si vadano a intercettare più persone e fasce orarie. Insieme alle immagini è obbligatorio sviluppare una parte di copy (testuale) di descrizione pertinente, inserendo gli opportuni hastag (#). Non è necessario usarne tantissimi, piuttosto trovare quelli più adatti al tema trattato e non per forza i più comuni sulla piattaforma se non servono a descrivere il contenuto.


© 2019 by Chiara Bellocchi.